lunedì 7 settembre 2009

Gli arpeggi distorti di The Niro

THE NIRO
Boca Barranca (Ravenna), 04/09/2009
Ingresso libero
Spettacolare concerto, capace di tenermi con la bocca aperta per lo stupore e la gioia circa un'ora e mezza. Davide Combusti (aka The Niro, voce e chitarra acustica con overdrive) e i suoi due complici (Maurizio Mariani al basso e cori e Paolo Patrizi alla batteria) sul palchetto del Boca Barranca sembravano in dieci, tanto riempivano le canzoni. Loro sono stati perfetti (una vera sorpresa: io The Niro lo conoscevo pochissimo e non lo avevo mai visto dal vivo) e i suoni davvero all'altezza, non c'era nulla da invidiare al cd registrato in studio lo scorso anno.

Peccato per il pubblico, caldo come una notte di dicembre: tra i giovani quarantenni che continuavano a chiedersi quando il concerto sarebbe finito e le giovani quarantenni che sgallinavano come le ragazzine delle medie che parlano dei loro morosini, temevo che a un certo punto The Niro sbottasse come avevo visto fare a Moltheni e mandasse tutti a cagare. Invece è stato un gran signore, ed ha fatto pure il bis nonostante glie lo chiedessero due (due) persone.

Ma si potrà cantare così bene e contemporaneamente arpeggiare con tale destrezza? Per tutti i comuni mortali è umiliante...

(La foto è di Gerardina D'Errico, presa dalla rete. La prossima volta che vado ad un concerto senza macchina fotografica mi taglio una palla)

2 commenti:

  1. Anch'io non sopporto la gente che starnazza ai concerti disturbando sia chi suona sia chi vorrebbe ascoltare. Quanto ai giudizi su The Niro, condivido al 100%: IMPRESSIONANTE! ciao:)

    RispondiElimina
  2. povera Agne!
    Chiara P.

    RispondiElimina

Per favore niente offese, parolacce, bestemmie, cattiverie ed equazioni logaritmiche. E firmatevi! ;)